1° LUGLIO 2015 L’ACADEMY, 1° LUGLIO 2018 SATELLITE

1° LUGLIO 2015 L’ACADEMY, 1° LUGLIO 2018 SATELLITE

TRE ANNI DI GRANDE CRESCITA CERTIFICATA TORINO CALCIO

Il fuori programma è una telefonata del direttore generale del Torino Calcio, Antonio Comi, che parla di “un lavoro straordinario in questi tre anni”. Per il resto era cosa nota, si attendeva soltanto il via ufficiale, che è arrivato sabato 30 giugno durante un incontro nella biblioteca comunale. I Giovani Granata Monsummano, per il prossimo triennio, sono tra le 4 società Satellite in Italia del club piemontese. “Dal primo momento, da quando nel 2015 a Monsummano è nata l’Academy del Torino, ci siamo subito intesi con il desiderio di fare una sana progettualità – ha detto Teodoro Coppola, che per l’Academy è responsabile in Italia – naturalmente adesso il lavoro aumenta con obiettivo la crescita della società, dobbiamo dare continuità al progetto mettendo sempre più qualità e seguendo un preciso codice etico, che vuol dire formazione, esempi corretti fuori e dentro il campo”. Hanno aggiunto Paolo Arbi e Massimo Goti, presidente e vicepresidente dei Giovani Granata: “Questo è un riconoscimento importante che ci spinge ad impegnarci ancora di più. La nostra forza sono gli istruttori e i collaboratori, e naturalmente i genitori che ci supportano. Abbiamo campi sportivi all’avanguardia grazie alla Polisportiva Impianti e tanti nostri ragazzi sono già stati visionati dal Torino. È un percorso di grande soddisfazione”. Per il direttore generale del Monsummano, Paolo Fascetti, “il nostro sogno era diventare Academy e poi Satellite, e anche mandare un nostro tesserato a giocare con la maglia granata. Ci manca soltanto quest’ultimo passaggio…”. Ha proseguito Fascetti: “In questi anni è migliorato molto il lavoro di gruppo, l’organizzazione giornaliera e dello staff, i metodi di allenamento: per questi motivi sono arrivati i risultati sportivi (le vittorie dei campionati con Giovanissimi e Allievi, ndr). Puntiamo molto sull’educazione, sul rispetto, sul comportamento. Vogliamo formare soprattutto uomini, più che calciatori”. Il riconoscimento al nuovo accordo tra Giovani Granata e Torino è arrivato anche dal Comune di Monsummano, con l’assessore Angela Bartoletti che ha sottolineato “come i tesserati, in 3-4 anni, sono passati da 80 a 250: i numeri danno valore al lavoro svolto”. E dalla federazione, con i delegati Figc della provincia di Pistoia, Stefano Riccomi e Roberto D’Ambrosio, che si sono detti orgogliosi “che il Toro abbia scelto Monsummano e questo territorio, una società che è scuola di vita, conosciuta per la passione e la correttezza”.

Leave a Reply